Sicilia

Scopri la Sicilia con noi

La Sicilia è la più estesa regione italiana (25.708 Kmq) e la maggiore isola del Mediterraneo. Lo stretto di Messina la separa dalla Calabria e il Mar di Sicilia (o canale di Tunisi) la separa dall'Africa. Di forma triangolare, l'isola è bagnata da tre mari: il Tirreno a nord, lo Ionio a est e il Mar di Sicilia a Sud.
E’ un’isola ricca di storia per cui la vacanza è sicuramente “non solo relax” sulle belle spiagge ma anche di itinerari archeologici in particolare ma anche il trekking su monti e colline e in particolare alle Isole Eolie, il bike riding, il fly and drive con sosta negli agriturismi, la botanica e l’enogastronomia. Insomma, la Sicilia offre quanto di meglio un viaggiatore doc possa volere da una vacanza.
Coperta di boschi, ricca di vulcani, fertile di frutti e abbondante di greggi, l'isola dalle tre punte, la Trinacria di Omero, entra assai presto nella storia. Nell'interno vivono di caccia e pastorizia i Sicani e i Siculi; sulle coste si stabilizzano conquistatori appartenenti a grandi popoli civili: a nord-ovest i Cartaginesi, che fondano Palermo; a est e nella fascia meridionale i Greci, che fondano Messina, Catania, Siracusa, Agrigento e Selinunte. Questi coloni introduco la coltivazione della vite e dell'olivo e fanno della Sicilia un centro di commerci e di cultura che eguaglia e spesso supera in splendore la Grecia stessa. Poi giungono i Romani, che sbarcano nell'isola approfittando delle contese fra Greci e Cartaginesi. Quando cade l'Impero e, nel IX secolo, in Sicilia giungono gli Arabi, che hanno già conquistato l'Oriente e ne hanno assimilato la civiltà: il loro dominio dura fino all'XI secolo, e in questo periodo l'isola gode di un benessere sconosciuto a tutto il resto dell'Italia. La coltivazione dell'arancio amaro (quello dolce giungerà dalla Cina nel XVI secolo, importato dai Portoghesi), già conosciuto in epoca romana, diventa ora tipica dell'isola. Insieme all'economia fioriscono anche l'arte e la letteratura. Poi gli Arabi sono scacciati dai Normanni, che però ne assimilano la civiltà. la Sicilia è il primo stato del mondo a darsi un parlamento, diventa uno dei regni più potenti e ricchi d'Europa. Ma in seguito giungono altri padroni: Svevi, Angioini, Aragonesi, Spagnoli.
Per l’alternarsi di tutti questi popoli, la Sicilia è veramente ricca di cultura e storia più di ogni altra regione italiana.

In Sicilia le cose da vedere elencabili sono veramente troppe per cui abbiamo deciso di consigliarvi alcuni itinerari.

Messina e le sue Eolie
Messina e i laghetti di Ganzirri, Villafranca Tirrena, Roccavaldina, Milazzo quindi le Isole Eolie e a seguire, Castroreale, Novara di Sicilia, Francavilla di Sicilia e Linguaglossa, ai piedi del grande Etna

Catania, la nobile
Eccezionale bellezza per la zona interessata da questo itinerario che si sviluppa nei dintorni della capitale economica dell'isola: oltre che a Catania, si consigliano Valverde, Mascalucia, Trecastagni, Pedara, Nicolosi, Adrano, Bronte e Randazzo

Siracusa, culla della grecità
Siracusa raggiunta da Brucoli, attraverso Sortino, dove si visita la riserva naturale della Valle dell'Anapo. Poi a Palazzolo Acreide, quindi Buscemi e Grammichele, rientrando alla grande nella provincia di Catania. Tappa a Caltagirone con le sue ceramiche... ma non solo! Si prosegue per Mineo, Palagonia, Scordia e rientrando a Siracusa, Lentini

La valle eterna
Agrigento e la valle dei templi, Aragona e le maccalube, S.Angelo Muxaro, San Biagio Platani, Alessandria della Rocca, Santo Stefano alla Quisquina, seconda patria della famosa patrona di Palermo Rosalia, quindi ci addentriamo a Caltabellotta, Cammarata, Mussomeli in territorio nisseno, con il Castello dei Chiaramonte, Sutera e Racalmuto, la città di Leonardo Sciascia.

Da Palermo a Cefalù
Palermo merita un discorso a parte andiamo dritti a Bagheria a visitare le fantastiche ville, quindi saliamo a Solunto a vedere gli scavi archeologici, poi sul mare arriviamo ad Altavilla Milicia, Trabia, Termini Imerese e la vicina Himera, saliamo a visitare la medievale Caccamo, quindi scendiamo a Cefalù, seconda meta estiva preferita dai turisti balneari dopo Taormina

L'interno del palermitano
Da Gibilmanna, sopra Cefalù, arriviamo ad Alia, poi a Mezzojuso di origine bizantina, quindi Cefalà Diana, Marineo e dopo Corleone, ritorniamo a Piana degli Albanesi, quindi la bella Monreale

Andar per Templi
Le aree archeologiche della Sicilia sono innumerevoli e vanno da quelle già citate, più famose per i templi che vi si ergono, ancora in ottime condizioni, a quelle, altrettanto importanti, come Siracusa, Naxos, Solunto, Imera, Mothia, Eraclea, Morgantina…

Le isole Eolie

Un paradiso... tutto mediterraneo

Le isole Egadi

la riserva marina naturale.

Maniace e il castello dei Nelson
Lampedusa
Calamonaci e l'olio Sarullo
ERICE e la Chiesa Madre

SANT'AGATA DI MILITELLO

Richiesta informazione

Per inoltrare una richiesta di prenotazione, chiamateci allo 0815071405. Oppure inoltre una email, compilando il seguente modulo e ti risponderemo entro 24 ore